IL T.A.R. BOCCIA L’APPALTO

  1. 9ca5c9f729b06b4603b98cc11f65369b.jpg
25/03/2008
    
BATTIPAGLIA
Ospedale, il Tar boccia l’appalto della vigilanza


SABATO LEO Battipaglia. Vigilanza degli ospedali di Battipaglia ed Eboli e del Sert (Servizio tossicodipendenze) di Battipaglia: il TAR ha bocciato l’appalto del servizio espletato dall’Asl Sa/2 ed assegnato alle società Ipervigile e Ìl Pino. Tutta la procedura (lettera di invito e deliberato di aggiudicazione) é stata ritenuta viziata illegittimità dal Tribunale amministrativo regionale. A sollecitare il TAR é stata la società Europolice, capogruppo dell’Ati costituita con le società International Securety Service e La Torre. «Il ricorso é manifestamente fondato» ha sentenziato il TAR che, in sede di esame della domanda sospensiva, ha definito nel merito la controversia. La gara era stata indetta dall’Asl facendo riferimento all’offerta economicamente più vantaggiosa e predisponendo in via preventiva il punteggio da assegnare alle ditte concorrenti per capacità tecnico-organizzativa, personale, fatturato ultimo triennio. La società Europolice, invitata alla gara, eccepiva subito la violazione delle direttive Cee e di altre norme di legge, oltre all’eccesso di potere sotto vari profili. Le norme invocate, secondo il ricorso, esprimevano chiaramente il divieto di commistione fra criteri di aggiudicazione e criteri di valutazione dell’idoneità soggettiva dell’impresa a partecipare alla gara. Ad avviso del TAR, è evidente la fondatezza della censura volta a far valere l’illegittima inclusione, fra i criteri di valutazione dell’offerta, per giunta in maniera preponderante, di elementi che concernono eminentemente l’idoneità soggettiva degli offerenti. La sentenza ha aggiunto che le norme che pongono la chiara distinzione rispondono all’esigenza di evitare che si determini una limitazione del mercato in favore delle imprese di maggiori dimensioni. Il TAR ha anche condannato le parti soccombenti a pagare le spese di giudizio (3.000 euro). Nella causa sono intervenuti gli avvocati Geremia Biancardi (società ricorrente), Valerio Casilli (Asl) e Lorenzo Lentini e Feliciana Ferrentino (società controinteressate).

IL T.A.R. BOCCIA L’APPALTOultima modifica: 2008-04-03T16:05:00+02:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento