BRESCIA : GUARDIE GIURATE CONTRO LA PROSTITUZIONE

695358571.jpgSicurezza/ Brescia: norme antiprostituzione, multe fino a 576 euro

In arrivo il foglio di via e presidi ai distributori di benzina

postato 2 giorni fa da APCOM Milano, 20 ago. (Apcom) – Multe fino a 576 euro per i clienti delle prostitute che scelgono le strade bresciane per vendere il proprio corpo. A deciderlo il vicesindaco, nonchè assessore alla Sicurezza del comune di Brescia, il leghista Fabio Rolfi. Nei prossimi giorni, infatti, l’amministrazione comunale bresciana procederà con l’approvazione di un pacchetto di norme per contrastare la prostituzione sul territorio, sul modello di quello già in vigore a Verona.

Il primo provvedimento sarà un’ordinanza a firma dal sindaco Adriano Paroli che consentirà di multare, fino a 576 euro, chi si fermerà a contrattare prestazioni sessuali lungo le strade cittadine. La linea della “tolleranza zero” decisa da Palazzo della Loggia altro non è che una concreta applicazione del pacchetto sicurezza introdotto dal ministro dell’Interno Roberto Maroni. Già durante l’estate si era adottata la linea dura per le venditrici del sesso che operano lungo le principali arterie che portano in città (applicando il codice della strada che prevede una sanzione di 76 euro in caso di sosta). Questo però ha fatto sì che il fenomeno si riversasse nelle strade cittadine dove la norma del codice della strada non è applicabile. Di qui la decisione della amministrazione comunale bresciana di procedere con una ordinanza contro chi si ferma per comprare sesso nelle strade della città.

“Il nostro è un pacchetto di nuove iniziative che ampliano l’attività di pattugliamento, anche in borghese, svolta quest’estate sulle principali vie del sesso – ha spiegato il vicesindaco Rolfi – quella della multa però è solo una delle misure che introdurremo per debellare il fenomeno”. In arrivo tra la fine di questo mese ci sono infatti altri tre provvedimenti: il foglio di via per allontanare le prostitute ritenute “socialmente pericolose”, presidi di guardie giurate in prossimità dei distributori di benzina e la denuncia di chi affitta case a prostitute per “favoreggiamento”. “Ho fatto richiesta a questore e prefetto di introdurre il foglio di via – ha proseguito Rolfi – per allontanare le prostitute come persone socialmente pericolose”. Un provvedimento che ha un precedente significativo a Rimini. In più “avvieremo una collaborazione con gli istituti di vigilanza privata per presidiare i distributori di benzina che individueremo in accordo coi benzinai e – ha concluso – colpiremo chi lucra sul sesso affittando loro appartamenti”.

BRESCIA : GUARDIE GIURATE CONTRO LA PROSTITUZIONEultima modifica: 2008-08-23T13:05:16+02:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento