ROMA: Sciopero e presidio per denunciare la ‘critica’ situazione dei lavoratori Securpol

 Sciopero e presidio per denunciare la 'critica' situazione dei lavoratori SecurpolQuesto giovedì i lavoratori della Securpol Group terranno un presidio davanti alla Prefettura in piazza della Libertà. Per i sindacati la situazione dell’istituto di vigilanza privata con sede anche nel capoluogo, dove sono impiegati 73 lavoratori, sarebbe ‘critica’.

Questo giovedì i lavoratori della Securpol Group terranno un presidio davanti alla Prefettura in piazza della Libertà. Per i sindacati la situazione dell’istituto di vigilanza privata con sede anche nel capoluogo, dove sono impiegati 73 lavoratori, sarebbe ‘critica’.
Questa la situazione denunciata dai sindacati:
“Le problematiche sono legate al mancato rispetto dei requisiti minimi previsti dal decreto ministeriale 269/2010, come anche l’applicazione del contratto nazionale di settore per i dipendenti. Tra le motivazioni dello sciopero anche il contratto di solidarietà per il settore amministrativo, applicato nel febbraio 2013 e ancora in corso, e la banca del tempo (ossia la trattenuta dalla busta paga di 15 ore mensili per tutti i dipendenti).
L’azienda in passato aveva già attuato altre misure, peggiorative per i dipendenti, come il posticipo di mesi della parte variabile dello stipendio. Durante l’incontro avvenuto a Roma il 26 luglio scorso, tra Securpol Group e i rappresentanti di tutte le sigle sindacali, l’azienda non aveva saputo dare risposte concrete ai dipendenti sul futuro dell’intero gruppo. Questo ha inevitabilmente suscitato la preoccupazione dei dipendenti del gruppo, circa 1500 persone in totale, che ricordiamo attendono ancora il 50% della quattordicesima mensilità che dovrebbe essere erogata entro il 20 settembre”. Sandro Romeo, delegato UilTucs ha spiegato: “le dichiarazioni dell’ azienda sono poco rassicuranti e lasciano ancora molti dubbi sugli obiettivi della Securpol Group. Ad Alessandria il lavoro non manca. Una sede come la nostra in grado di produrre utili importanti, subisce le conseguenze della cattiva gestione dell’intero gruppo che penalizza indiscriminatamente i dipendenti, a prescindere dalla qualità e dalla quantità di lavoro svolto, anche a scapito della sicurezza di chi commissiona i servizi”.
Oltre al presidio di questa mattina i sindacati, Cgil, Cisl e Uil, hanno indetto 24 ore di sciopero da questa mattina fino alle 6 di venerdì 9 agosto.

Questa, a detta dei dipendenti e dei delegati sindacali, sarà solo la prima delle azioni che potrebbero essere intraprese per ottenere definitivi chiarimenti da parte dell’azienda in merito a ciò che succederà in futuro.

ROMA: Sciopero e presidio per denunciare la ‘critica’ situazione dei lavoratori Securpolultima modifica: 2013-08-09T11:37:00+02:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento