Vigilanza privata e servizi fiduciari: stipendi più alti finalmente gli aumenti.

Vigilanza privata e servizi fiduciari: fissati gli aumenti contrattuali per gli oltre 100mila addetti. Organizzazioni sindacali e parti datoriali hanno trovato l’accordo nel rispetto degli impegni presi alla firma del contratto nazionale del maggio 2023. nella data del 16 febbraio u.s., infatti, le organizzazioni sindacali, hanno siglato una ipotesi di accordo con le parti datoriali del settore, Anivip, Assiv, Univ, Ani … Continua a leggere

“Ha simulato le minacce”, chiesto processo per Rosita Galdiero ( sindacalista dellaC.G.I.L.) e il suo autista

Immagine

Rosita Galdiero (nella foto)SINDACALISTA CGIL

Benevento.  

Aveva denunciato di essere stata minacciata in due occasioni: prima con un proiettile inesploso contenuto in una busta recapitata presso la sede del sindacato, poi con una lettera trovata nella cassetta postale di casa. Denunce che sono però state ritenute false, al punto che la Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio di Rosita Galdiero, 47 anni, originaria di Solopaca, dirigente nazionale della Fiom Cgil, e Fulvio Piccirilli, dipendente della stessa Fiom con mansioni di autista della Galdiero.

Sono gli sviluppi di una indagine diretta dal pm Patrizia Filomena Rosa e condotta dalla Digos sannita anche con il supporto di intercettazioni ambientali, poi trasmessa per competenza all’ufficio inquirente della Capitale. Il 2 luglio l’udienza dinanzi al Gup, che dovrà decidere se spedire a processo o dichiarare il non luogo a procedere nei confronti di Galdiero e Piccirillo, ai quali vengono contestate in concorso le accuse di simulazione di reato, truffa e porto e detenzione illegale di un proiettile inesploso. Quest’ultimo- una cartuccia calibro 9×21- era stato rinvenuto in una missiva che, secondo gli inquirenti, sarebbe stata introdotta dai due imputati negli uffici della Cgil. I fatti si sarebbero verificati tra il 9 ed il 13 giugno 2022 .

L’altra minaccia – un foglio sul quale era riportato l”invito’ a stare tranquilla – era stato scoperto nella cassetta della corrispondenza dell’abitazione di Galdiero, a Solopaca, il 29 ottobre 2022.

L’addebito di una presunta truffa riguarda l’assegnazione, da parte del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di Roma, di un agente di polizia come tutela e, talvolta, di una sorveglianza rafforzata, con un’auto di servizio e due agenti incaricati di seguirla in tutti i suoi spostamenti. Enorme la solidarietà a Galdiero che era scattata quando si era diffusa la notizia delle minacce denunciate, peraltro anche precedenti.

fonte:https://www.ottopagine.it/bn/cronaca/356758/ha-simulato-le-minacce-chiesto-processo-per-rosita-galdiero-e-il-suo-autista.shtml?fbclid=IwZXh0bgNhZW0CMTEAAR0R0GuqQUR_QvW9n9LD4TiXe1g32xXgQR6v6jOFYNy9SkXAjPQpt1fmQTk_aem_AYp0Z3nteVSQO3GAoyVUFZ_IDyDAVSy05wwqnLVlS0cvLLefdFKRA7_UuPibpy6hi7NeWRhDFcq2WLjqvu7nVkcA

T.A.R. Campania sede distaccata di Salerno, sentenza a favore della guardia giurata, cui era stato rifiutato il rinnovo dei titoli di polizia.

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc. amm.; sul ricorso numero di registro generale 1512 del 2023, integrato da motivi aggiunti, proposto da -OMISSIS-, rappresentato e difeso dagli avvocati Lorenzo Lentini, Mirko Polzone, con domicilio digitale come da … Continua a leggere

La prova del pagamento della retribuzione, una volta accertata la sussistenza di un rapporto di lavoro, spetta al datore di lavoro. Lo ribadisce la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 10663/2024.

Immagine

corte di cassazione AGI

I giudici riprendono l’orientamento consolidato e affermano che la prova del pagamento è a carico del datore, chiamato a fornire la documentazione idonea dei pagamenti effettivamente eseguiti quando non può avvalersi della normale documentazione liberatoria, rappresentata dalle buste paga firmate dall’accipiente.

Contratto della vigilanza privata: aumenti fino a 350 euro 

Dopo 8 anni di trattative, scioperi e lotte sindacali, è stato rinnovato il contratto nazionale di lavoro della vigilanza privata e dei servizi fiduciari. Le lavoratrici e i lavoratori del settore percepiranno complessivamente un aumento a regime di 250 euro per il IV livello e 350 euro per il livello D dei servizi di sicurezza. È stata anche introdotta la 14esima mensilità, che sarà … Continua a leggere

Anche questa campionessa della vigilanza, aderiva all’associazione UNIV, nell’anno 2021 (ad oggi non è possibile sapere se è ancora associata) dell’intervista, fatta da chi? Si sarà auto intervistata?

Immagine

IN DATA 4 MAGGIO 2023, QUESTO LAVORATORE SI E’ ISCRITTO ALL’UNAL, IL GIORNO SEGUENTE E’ STATA INVIATA LA DELEGA ALLA SOCIETA’, ED IL GIORNO SUCCESSIVO, SABATO 6 MAGGIO, L’AMMINISTRATRICE DELLA SOCIETA’, INVIAVA IL MESSAGGIO WhatsApp, AL LAVORATORE

Immagine

Se la stessa vuole specificare a cosa si riferiva il messaggio, può farlo tranquillamente, siamo ben lieti di conoscerne il significato. E di cosa si deve “vergognare il lavoratore”.

Straordinari e non solo, quando rifarsi sul datore di lavoro: in questi casi hai diritto ad un risarcimento

7 Febbraio 2024 di Pasquale Conte Ci sono alcuni casi in cui si ha diritto ad un risarcimento. Straordinari e non solo: ecco quando ci si può rifare sul datore di lavoro. Quando si decide di ricoprire una nuova posizione lavorativa, ci sono alcuni momenti che sono fondamentali e su cui va rivolta la giusta attenzione. Uno di questi è la firma del contratto, che va … Continua a leggere