Altamura, assalto a portavalori sulla SS96: banditi fuggono con 2,3 milioni di euro delle pensioni

Il commando armato ha utilizzato le ruspe per sfondare il blindato e rubare i soldi Era partito dalla sede Ivri di Bari ed era diretto a Matera per rifornire gli uffici postali del denaro necessario a pagare le pensioni, il portavalori assaltato questa mattina attorno alle 7.30 lungo la statale 96, in agro di Mellitto, nel Barese. Stando alle prime … Continua a leggere

Via al DBNOSP, il Database della Vigilanza Privata

Immagine

logo

FederSicurezza e Univ alla presentazione presso il Ministero dell’Interno 

Mercoledì 14 novembre una delegazione composta da FederSicurezza e Univ, in persona del Consigliere Claudio Gatti e del Segretario Generale Anna Maria Domenici, ha preso parte all’incontro, presso il Ministero dell’Interno, per la presentazione del DBNOSP, il “Data Base Nazionale degli Operatori della Sicurezza Privata”, il cui avvio delle procedure per la messa in esercizio era già stato annunciato con apposita Circolare del 9 ottobre scorso.

Il Database, promesso e atteso da anni, sarà finalmente attivo dal 1 febbraio 2019, e dovrebbe consentire il collegamento informatico dei Registri delle gpg e degli istituti presso le Prefetture, allo scopo di costituire una base di informazioni strutturate sullo stato dell’arte del settore e, allo stesso tempo, di agevolare la semplificazione e l’accelerazione degli adempimenti amministrativi a carico di imprese e lavoratori, quali il rilascio e il rinnovo dei decreti.

Il proposito è quello di dare il via ad una vera e propria banca dati nazionale degli operatori della sicurezza privata, alla quale potranno accedere gli uffici preposti alle attività di controllo e, per i rispettivi compiti istituzionali, gli ufficiali e gli agenti di Pubblica Sicurezza e di Polizia Giudiziaria.

La riunione ha poi lasciato spazio al commento della suddetta Circolare del 9 ottobre scorso, a firma del Capo della Polizia, sulla quale abbiamo già avuto modo di esprimere le nostre perplessità a tempo debito.

Per concludere, è stata anticipata la prossima emanazione del “famigerato” decreto per l’individuazione dei requisiti minimi professionali e di formazione delle Guardie Particolari Giurate, come previsto dal comma 2 dell’art. 138 del TULPS…sarebbe ora, certo, ma ci chiediamo quali sorprese potrà riservare a livello di contenuti, monte ore, materie, formatori, ecc…considerato che ad oggi l’apposita Commissione Centrale Consultiva per le attività di cui all’art. 134 TULPS non è stata ancora avviata. Ci auguriamo che il prossimo decreto non si limiti ad una mera riproposizione di quanto già previsto dal Dm 269/2010 e dal Dm 154/2009 e relativo Disciplinare, ma soprattutto che non costituisca l’ennesimo aggravio a carico delle nostre imprese, al quale ben di rado, per non dire mai, corrisponde un riconoscimento in termini di valore del servizio.

A.G.

Siracusa, arrestati per estorsione due sindacalisti della Cisl e della Uil

I due avrebbero preteso del denaro per imporre la pace sindacale con la Synergo Gli agenti della Squadra mobile di Siracusa hanno arrestato con l’accusa di estorsione due sindacalisti siracusani. Sono in carcere Roberto Getulio, segretario provinciale della Fim Cisl, e Marco Faranda, segretario provinciale della Uilm, che, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbero chiesto a degli imprenditori la somma … Continua a leggere

Lavoro in nero: conseguenze per lavoratore e datore

Sommerso: la maxi sanzione per l’azienda che impiega personale in nero non è l’unica conseguenza per gli irregolari; anche il lavoratore non dichiarato rischia la denuncia e un procedimento penale. Spesso si crede che, in caso di lavoro in nero, a rischiare sia solo il datore di lavoro: a tutti è noto, infatti, che se l’azienda assume personale non dichiarato al … Continua a leggere

AQUILA Istituto di Vigilanza: proclamato nuovo stato di agitazione.

Spett.le S.E. Sig. PREFETTO DI CHIETI SEDE Spett.le S.E. Sig. PREFETTO DI PESCARA SEDE Spett.le Aquila s.r.l. SEDE E p.c. Spett. ITL Chieti/Pescara SEDE Spett.le Commissione di Garanzia Sciopero Roma SEDE                                                                  … Continua a leggere

Accolto parzialmente il ricorso presentato innanzi al Tribunale del lavoro, dall’Avv. Domenico Risiglione, Segretario Regionale dell’UNAL Sicilia

T R I B U N A L E  D I  C A L T A G I R O N E – S E Z I O N E –  U N I C A – REPUBBLICA – ITALIANA Il giudice del Lavoro, dott.ssa Concetta Ruggeri, sciogliendo la riserva assunta all’udienza del 18.09.2018 ha emesso la seguente O R … Continua a leggere

Istituto di vigilanza privata “AQUILA”: ATTIVATA la procedura di raffreddamento per il mancato pagamento della retribuzione di agosto (e gli altri sindacati) stanno a guardare.

Oggetto: attivazione procedura di raffreddamento e conciliazione ai sensi della legge 146/90 e successive modifiche e integrazioni        A seguito della mancata corresponsione della mensilità del mese di agosto 2018

Nuova forma di associazione all’UNAL VIGILANZA PRIVATA. in vigore dal 20 settembre 2018

A seguito delle numerosissime richieste, oltre alla tradizionale forma di adesione al Sindacato,  ( iscrizione a mezzo delega con invio della stessa al datore di lavoro) abbiamo istituito la seguente forma di associazione all’UNAL, che consiste con la sottoscrizione della delega, senza che questa venga inviata al datore di lavoro, questo perché numerosi lavoratori della vigilanza ci hanno chiesto di … Continua a leggere

PORTO D’ARMI: SI TORNA ALLE CERTIFICAZIONI SANITARIE SEMPLIFICATE

Immagine

Il 14 settembre 2018 entra in vigore un decreto che sbloccherà la procedura semplificata per il rilascio delle certificazioni sanitarie per il riconoscimento del porto d’armi.

Il nodo normativo, creatosi a seguito del ricorso al Tar della porto d'armiregione Lazio, negli ultimi anni ha reso molto più difficile la procedura per il rilascio della certificazione medica utile al rilascio e al rinnovo Con questo nuovo decreto legge, portato avanti dalle diverse associazioni di categoria tramite l’interessamento della senatrice Anna Cinzia Bonfrisco e del sottosegretario Nicola Molteni (entrambi della Lega), tutto tornerà come prima.

I medici legali potranno tornare di nuovo a rilasciare le certificazioni sanitarie per il rilascio del porto d’armi, anche al di fuori delle strutture medico sanitarie in cui svolgono servizio.

Buone notizie quindi per i cacciatori, ma anche per le agenzie di vigilanza private, che con il ricorso al Tar erano stati penalizzati sia sul piano burocratico, più lungo e complicato, ma anche su quello economico.

L’interesse della senatrice Bonfrisco per la risoluzione di questo nodo burocratico è sorto soprattutto per non ritrovarsi con un’emergenza sicurezza in tutte quelle postazioni sensibili come ospedali, aeroporti, stazioni e tribunali. Con la vecchia procedura, infatti, le Asl faticavano a rilasciare le certificazioni sanitarie necessarie, e di conseguenza anche i rilasci del porto d’armi era più lento, costoso e macchinoso.

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/09/08/18G00127/sg

 

KSM: non ha ancora corrisposto la retribuzione di luglio

Immagine

28.08.2018 dalla sede regionale dell’unal Regione Sicilia

Il Segretario Regionale dell’UNAL della Sicilia avvocato Domenico Risiglione ha inviato diffida e contestuale messa in mora per il mancato pagamento della retribuzione del mese di luglio da parte dell’Istituto di vigilanza ksm di Palermo ai nostri iscritti della sede di Agrigento.