Procedura di conciliazione e raffreddamento: incontro tra le parti A seguito dell’attivazione della procedura di raffreddamento e conciliazione del 19/06/2019 nei confronti di Europolice srl, ai sensi della legge 146/90 e successive modifiche e integrazioni, si è tenuto stamani l’incontro tra le parti al fine di trovare una soluzione ai temi in oggetto. L’UNAL comunica che, non ritenendo soddisfacenti le argomentazioni addotte dalla società di cui sopra, firmando un verbale con esito negativo, si è riservata di proclamare lo sciopero aziendale entro il mese di agosto del corrente anno, qualora le problematiche enunciate nella suddetta procedura siano ancora allo stato attuale. Resto a disposizione degli iscritti per eventuali chiarimenti.

A seguito dell’attivazione della procedura di raffreddamento e conciliazione del 19/06/2019 nei confronti di Europolice srl, ai sensi della legge 146/90 e successive modifiche e integrazioni, si è tenuto stamani l’incontro tra le parti al fine di trovare una soluzione ai temi in oggetto. L’UNAL comunica che, non ritenendo soddisfacenti le argomentazioni addotte dalla società di cui sopra, firmando un … Continua a leggere

Roma, Ministero del Lavoro: l’UNAL sarà presente all’Incontro tecnico guardie giurate. Martedì 21 maggio 2019 – ore 16,00

Mittente DG Rapporti di Lavoro <DGRapportiLavoro@lavoro.gov.it> Destinatario , segreteria-nazionale@unal-sindacato.it <segreteria-nazionale@unal-sindacato.it>, Cc Segreteria Ministro <SegreteriaMinistro@lavoro.gov.it>, Segreteria Gabinetto <segrgabinetto@lavoro.gov.it> Data Oggi 15:56 Corpo messaggio Su indicazione del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali è convocato un incontro tecnico in materia di condizioni di lavoro delle guardie giurate. La riunione avrà luogo il 21 maggio 2019 alle ore 16,00,  presso la sede di questo Ministero, … Continua a leggere

Si è svolto ieri a Roma presso gli uffici della Camera dei Deputati l’incontro promosso dalla On. Jessica Costanzo, membro della commissione lavoro, in cui è intervenuto anche il Segretario Generale dell’UNAL Francesco Pellegrino, per discutere delle problematiche del settore della vigilanza privata al fine di promuovere una riforma del settore che garantisca alle guardie particolari giurate un miglioramento della loro posizione lavorativa.

Immagine

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso

Questura di Salerno:

Immagine

A seguito dell’intervento della Questura di Salerno, con controlli alle gpg in servizio antirapina bancaria, l’istituto di vigilanza, ha dotato nel giro di 5 giorni, le proprie GPG di radio fisse e portatili.

(Foto e commenti inviatoci da un nostro iscritto.)

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Permessi 104-92. Legittimi i controlli dell’agenzia investigativa demandati dal datore di lavoro. La sentenza

Immagine

Leggi l’articolo>>>https://www.infermieristicamente.it/articolo/10267/permessi-104-92-legittimi-i-controlli-dell-agenzia-investigativa-demandati-dal-datore-di-lavoro-la-sentenza/?fbclid=IwAR0yWe99S0OHxmdZeLJ_xj5OHjQBnL3TimybRGKBBRgatgbkpqGCabwP8tc

VERGOGNA A QUESTI INDEGNI.

Al rifiuto di firmare la busta paga, in quanto è un abuso da parte del datore di lavoro, il ns iscritto è stato oggetto di minacce, da parte del capo servizio dapprima e poi dall’amministratrice, che ha ordinato di “tagliargli” l’orario, in sette ore e di spostarlo dal luogo di lavoro, e infine il capo servizio gli ha detto: qui … Continua a leggere

Istituto di vigilanza privata “AQUILA”: ATTIVATA la procedura di raffreddamento per il mancato pagamento della retribuzione di agosto (e gli altri sindacati) stanno a guardare.

Oggetto: attivazione procedura di raffreddamento e conciliazione ai sensi della legge 146/90 e successive modifiche e integrazioni        A seguito della mancata corresponsione della mensilità del mese di agosto 2018

Vigilanza privata con il gps: il Garante chiede tutele

Immagine

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

Garante privacy ha dato il via libera alla geolocalizzazione, attraverso smartphone e tablet, del personale di una società che effettua servizi di vigilanza privata e trasporto valori, ma ha prescritto misure a tutela della riservatezza dei lavoratori. Con l’applicazione installata sui dispositivi mobili si intende garantire la sicurezza delle pattuglie e l’ottimizzazione delle assegnazioni e distribuzioni degli interventi econsentirà di inviare segnali di allarme in caso di pericolo. I dati di geolocalizzazione raccolti, le coordinate del dispositivo e la velocità del veicolo saranno conservati per un periodo non superiore alle 24 ore, fatte salve speciali esigenze, e il trattamento dati dovrà cessare al termine dell’attività lavorativa con la riconsegna a fine servizio dei dispositivi da parte dei dipendenti. Le guardie dovranno attivare l’applicazione mediante codice identificativo e password fornita dalla centrale operativa. Le guardie giurate non saranno direttamente identificate dal sistema e l’accesso in tempo reale ai dati di localizzazione effettuato dal personale autorizzato della centrale operativa sarà previsto solo in caso di necessità ed emergenza. L’Autorità ha ritenuto il trattamento dei dati che la società intende effettuare lecito, necessario e proporzionato, anche in considerazione della specifica disciplina che prevede l’adozione di peculiari misure tecniche di controllo con geolocalizazione per il trasporto dei dipendenti decorso un dato periodo di inattività dell’operatore sul monitor della centrale operativa. I dati raccolti dal sistema potranno essere consultati dagli addetti alla centrale operativa e dalla direzione informatica della società muniti di apposite credenziali e profili autorizzativi, in particolare per l’estrazione dei dati. A ulteriore tutela dei dipendenti sarà escluso l’utilizzo dei dati per finalità di controllo dei lavoratori o per scopi disciplinari. La società dovrà fornire alle guardie un’idonea informativa che consenta l’esercizio dei diritti. In conformità a quanto previsto dallo Statuto dei lavoratori la società si è impegnata a procedere alla convocazione delle rappresentanze sindacali per sottoscrivere uno specifico accordo o, in mancanza di questo, ad acquisire l’autorizzazione del competente organo del Ministero del Lavoro.

Comunicato Stampa Garante Privacy

Catania, sit in dei dipendenti della società Sicurezza Italia

Immagine

 Catania News

La situazione dei lavoratori ha raggiunto una condizione di gravità e drammaticità non più sostenibile – affermano le segreterie provinciali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil – in quanto sin dal mese di gennaio 2018 sono costretti a lavorare senza percepire alcuna retribuzione” dipendenti della società Sicurezza Italia, impresa di vigilanza privata, terranno un sit in di protesta oggi dalle 9 alle 14, davanti alla Prefettura di Catania per rendere nota la condizione di disagio in cui versano.

Roma 9 maggio evento Federsicurezza, l’Unal è stata invitata a partecipare

Immagine

FederSicurezza, Federazione del Settore della Vigilanza e Sicurezza Privata aderente a Confcommercio, assieme alle federate ANIVP e UNIV, organizza il 9 Maggio a Roma un workshop dedicato al nuovo Regolamento Generale europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR).

Un tema di grande attualità, in vista del forte impatto che avrà la normativa sulle imprese di Sicurezza e Vigilanza Privata, che gestiscono importanti flussi di informazioni e utilizzano tecnologie che implicano il trattamento di dati, talvolta sensibili e per diverse finalità d’uso.

Durante il workshop, al quale relazionerà anche un rappresentante dell’Ufficio del Garante, verranno rese note in anteprima le risultanze di un incontro richiesto all’Authority dalle Associazioni di categoria, per definire delle linee guida per l’adeguamento del settore.

Il workshop è valido ai fini dell’aggiornamento permanente del Security Manager ex norma UNI 10459:2015 p.to 6.4.2.

Appuntamento il 9 maggio 2018, presso la Sala Lago Maggiore dell’Hotel Mediterraneo (Via Cavour 15, Roma), h, 10,00.