Non poteva fare la guardia giurata per aver rubato delle pigne, il Tar annulla il decreto prefettizio

 *Il Tar di Latina*Si parla tanto di riabilitazione dei detenuti, del carcere come momento di rieducazione, dell’importanza di cambiare vita e trovarsi un’occupazione onesta, ma poi basta anche un piccolo precedente, un errore minimo risalente a tanti anni fa, che si vede sfumare la possibilità di un lavoro, in un periodo, tra l’altro, dove trovare un impiego è quasi impossibile.

A tendere la mano a un pontino, ridandogli un po’ di speranza, è ora intervenuto il Tar di Latina, che ha annullato il decreto prefettizio con cui, il 30 agosto scorso, erano stati negati a Gianluca P. la qualifica di guardia particolare giurata e il rilascio della licenza per il porto della pistola.

L’aspirante vigilantes lavora occasionalmente presso un istituto di vigilanza del capoluogo pontino. Una guardia giurata precaria e non armata. L’impegno mostrato da Gianluca P. ha però convinto i suoi datori di lavoro, che hanno deciso di stabilizzarlo e presentare un’istanza per farlo diventare una guardia a tutti gli effetti.

A fine agosto la doccia fredda: con decreto prefettizio l’istanza è stata respinta. E tutto per delle vecchie segnalazioni di polizia a carico del pontino e di una condanna riportata da quest’ultimo per aver rubato, insieme ad altri, nel lontano 1999, tre quintali di pigne a Sessa Aurunca. Quel furto è già costato all’aspirante guardia giurata una condanna a 20 giorni di reclusione, poi sostituita con una pena pecuniaria di 777 euro, dalla Corte d’Appello di Napoli.

Gianluca P. da allora non ha più avuto problemi con la legge. Ma nel momento in cui ha ottenuto un lavoro sicuro a bloccare tutto sono arrivati i fantasmi del passato. Il pontino ha fatto ricorso al Tar e i giudici amministrativi, esaminata la vicenda e verificato che per quel vecchio furto il ricorrente aveva ottenuto anche la riabilitazione, hanno ora annullato il decreto prefettizio che bloccava la possibilità per Gianluca P. di avere un’occupazione.

Non poteva fare la guardia giurata per aver rubato delle pigne, il Tar annulla il decreto prefettizioultima modifica: 2014-01-30T12:18:54+01:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento