Invalido messo a fare la guardia giurata, azienda condannata a risarcire l’ingiusto danno fisico

LATINA

Era stato assunto con una invalidità pari al 46% per ridotte capacità motorie permanenti, ma il suo datore di lavoro lo aveva assegnato a servizi non confacenti al suo stato di invalido. Il giudice del lavoro ha condannato l’azienda a risarcire l’ingiusto danno fisico patito dal lavoratore: salvaguardato il diritto alla salute. Una storia maturata all’interno della Securitas Metronotte di Latina.

GUARDIA GIURATA A TUTTI I COSTI. Il dipendente – spiega l’avvocato Fabio Leggiero – era stato assunto nel 2001 quale avviato d’obbligo con una invalidità pari al 46% per ridotte capacità motorie permanenti. Tuttavia la Securitas  (Azienda leader nella Provincia di Latina per i servizi di vigilanza privata) ha sempre adibito il lavoratore a ‘Guardia Giurata’ con servizi di ‘Vigilanza notturna e piantonamento fisso’, quest’ultimi, non confacenti il suo stato di invalido. Queste mansioni, sono state sin dall’inizio nocive e, quindi, incompatibili con lo stato patologico-invalidante del lavoratore, il quale, conseguentemente ha avuto un graduale e progressivo  aggravamento delle sue patologie iniziali”.

L’APPELLO AL GIUDICE DEL LAVORO. La “guardia giurata”, assistito dall’avvocato Leggiero, si era quindi rivolto al Tribunale di Latina in funzione di Giudice del Lavoro al fine di “accertare il comportamento illegittimo dell’azienda e la conseguente violazione da parte della società dei principi costituzionali posti a base della tutela della salute del lavoratore”.

LA CONDANNA DELL’AZIENDA. Con sentenza del 4 marzo 2014 il Giudice del Lavoro Foderaro ha accertato l’illegittima adibizione del lavoratore a mansioni non confacenti il suo stato di salute con conseguente risarcimento del danno fisico in favore del lavoratore.

IL COMMENTO DELL’AVVOCATO LEGGIERO. Piena soddisfazione è stata espressa dall’avvocato Leggiero: “Sentenza giusta e giuridicamente corretta, poiché il Tribunale adito, accogliendo in toto, le nostre richieste, ha accertato la violazione degli articoli 32 e 38 della Costituzione con il combinato disposto dell’articolo 2087 del Codice civile e della legge 68/’99 poiché l’azienda sin dall’anno 2001 in palese violazione del dettato normativo di cui sopra ed agendo in violazione dei principi di correttezza e buona fede alla base del rapporto di lavoro, ha ingenerato un grave danno alla salute in capo al mio assistito nonostante le reiterate richieste del medesimo di essere adibito a mansioni compatibili con le sue invalidità, accertate sin dall’origine del rapporto di lavoro dalle strutture sanitarie. Una sentenza importante poiché nei posti di lavoro, è necessario riaffermare, nonché  tutelare, quale elemento indispensabile e Costituzionalmente garantito, il diritto alla salute, sempre più spesso messo in secondo piano rispetto alle esigenze tecnico produttive aziendali”.

Invalido messo a fare la guardia giurata, azienda condannata a risarcire l’ingiusto danno fisicoultima modifica: 2014-03-11T15:15:41+01:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento