EPILOGO

unal logoquattro sigle

Dopo una sua pur breve visita in Cagliari,  Emanuele Venditti, presidente del Gruppo Secur Spa, ha tenuto smentire  alcune voci  non veritiere, mirate soprattutto a danneggiare la credibilità del Gruppo Secur Spa. Inoltre ha ribadito che è sempre stata ferma intenzione dell’Azienda Gruppo Secur Spa:

.  acquisire la ex Vigilanza Sardegna, (ora in affitto);.  dare  sicurezza e continuità lavorativa e tranquillizzare il personale operativo; .. inserirsi contestualmente nel tessuto del mercato Sardo, rafforzando la sua presenza.
A breve scadrà il contratto d’affitto sottoscritto tra il Tribunale Fallimentare di Cagliari e il Gruppo Secur spa; naturalmente quest’ultima avrà diritto di prelazione per l’acquisto della ex Vigilanza Sardegna.
Questa è una mia disamina personale, una mia breve nota:
  • la Vigilanza Sardegna Società Cooperativa nasce nel 1970;
  • ha acquisito una esperienza maturata in oltre quarant’anni di presenza capillare sul mercato;
  • la Vigilanza Sardegna l’unica società in Sardegna con sedi operative in tutte quattro le province
  • La Vigilanza Sardegna Società Cooperativa è nata dalla disperazione ed è morta nella disperazione.
  • Pochissimi si sono accorti che dall ‘atto della denuncia e della dichiarazione del Fallimento Vigilanza Sardegnaalcuni Istituti quali Ministero, Prefettura, Questura, si sono preoccupati  (in silenzio) di ridistribuire  i lavoratori e alcuni lavori onde attenuare l’effetto devastante che avrebbe prodotto il Fallimento della Vigilanza Sardegna sia sui lavoratori e sia sulla sicurezza delle utenze tra loro collegati. Soluzione attuata sopratutto del rispetto e della dignità del lavoratore. Sicuramente è stata una operazione lunga e sofferta.
  • Ora non rimarrà altro da fare che soddisfare i creditori, dar loro quanto gli spetta di diritto: una montagna di crediti tra  privilegiati e chirografati. Denari che si potranno avere solamente con la vendita dei beni solidi dell’azienda Vigilanza Sardegna, e del suo gruppo: sedi, terreni, mezzi, strumenti tecnici di lavoro, licenze, ecc.
  • Tenendo peraltro presente che l’atto di cessione riguarda solamente la Vigilanza Sardegna e non l’intero gruppo, come meglio specificato nell’atto dell’affitto firmato. Quindi  si salva una azienda, e le altre che fine faranno?
  • Sebbene il dr, Grazzini abbia stilato un elenco di creditori, a questi se ne sono aggiunti altri richiedenti il proprio inserimento nella parte creditoria.
  • Il mio sgomento nasce per la Nuova Sicurvis: Società  interamente di proprietà della Vigilanza Sardegna al 100%. Se per far fronte ai debiti creditori si dovesse vendere, come logico immaginare dato l’enorme credito risultante, anche la sede e i mezzi di questa società (N.S.), che di suo tra l’altro ha un proprio debito spropositato, quale fine faranno tutti i loro lavoratori? Il solo pensiero mi inorridisce.
  • Efisio ATZENI Segretario Regionale UNAL Sardegna

 

EPILOGOultima modifica: 2016-11-15T11:00:20+01:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento