IL SEGRETARIO GENERALE DELL’UNAL PELLEGRINO, SULL’APPALTO AL POLO MUSEALE DI FIRENZE. OGGI: Giardino di Boboli: le guardie cambiano nome e stipendio: TUTTO IN REGOLA C’E’ LO CHIEDIAMO ANCORA ! PERCHE’ OGGI SI PUO’ FARE A MENO DELLE GUARDIE GIURATE ?

LEGGI LA NOTIZIA>>>http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=a9.10.11.21.12


lunedì 3 novembre 2008

LA GARA D’APPALTO, BANDITA DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI NEL APRILE 2008, IN CUI SI ASSEGNAVA IL SERVIZIO DI RECEPTION PRESSO SEI SITI DEL POLO MUSEALE DI FIRENZE ( complesso pitti-galleria degli uffizi-giardini di boboli-cappelle medicee-museo naz. del bargello-galleria dell’accademia) ERA STATA DAPPRIMA SUB-APPALTATA AD UNA SOCIETA’ DI SERVIZI E TUTTO SEMBRAVA PROCEDERE NELLA PIENA ED ASSOLUTA NORMALITA’ E REGOLARITA’, ED IL PRIMO DI NOVEMBRE SI DOVEVA AVERE IL “CAMBIO” DELLA GUARDIA TRA L’ISTITUTO DI VIGILANZA USCENTE E LA SOCIETA’ DI SERVIZI CHE AVREBBE DOVUTO FORNIRE IL PERSONALE PER LA RECEPTION AGLI INGRESSI DEI MUSEI. MA “STRANAMENTE” SOLTANTO 48 ORE PRIMA IN CUI SAREBBE DOVUTO AVVENIRE L’AVVICENDAMENTO DELLE AZIENDE FORNITRICI DEL SERVIZIO, “QUALCUNO” ALL’ULTIM’ORA SI E’ ACCORTO CHE AGLI ACCESSI VI DOVEVANO ESSERE IN SERVIZIO LE GUARDIE GIURATE E NON PERSONALE NON ARMATO ANCHE SE PARIMENTI QUALIFICATO ESSENDO IL SUDDETTO PERSONALE PROVENIENTE DALL’ ARMA DEI CARABINIERI DALL’ ESERCITO DALLA POLIZIA PENITENZIARIA ED EX GUARDIE PARTICOLARI GIURATE ECC.ECC. DALLA LETTERA PERVENUTA ALLA SOCIETA’ DI SERVIZI SUBENTRANTE E AD ESSA CONSEGNATA DA UN FUNZIONARIO DELLA PRINCIPALE SOCIETA’ APPALTANTE, SEMBRA CHE VI SIANO STATE DELLE “INDICAZIONI” DA PARTE DELLA PREFETTURA DI FIRENZE CHE PER L’APPUNTO IMPONEVA L’UTILIZZO DI GUARDIE GIURATE APPARTENENTI AD IMPRESA IN POSSESSO DI AUTORIZZAZIONE PREFETTIZIA  CONTRARIAMENTE A QUANTO PREVISTO DAL BANDO DI GARA INDETTO DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI. QUELLO CHE APPARE STRANO E CHE LA PREFETTURA DI FIRENZE ABBIA DATO DELLE “INDICAZIONI” SOLAMENTE VERBALI E NON PER ISCRITTO, E QUESTO NON RIENTRA NEI NORMALI MODI COMPORTAMENTALI DI UN ENTE DELLE STATO CHE DI PRASSI DEVE COMUNICARE PER ISCRITTO LE SUE PRESCRIZIONI E ASSOLUTAMENTE NON IN MODO VERBALE PER TELEFONO, ALTRIMENTI SI NOTA FACILMENTE CHE C’E’ UN QUALCOSA CHE NON VA’, VISTO CHE NULLA E’ STATO MESSO PER ISCRITTO.
ALLA FINE DI TUTTO LA SOCIETA’ CHE DOVEVA SUBENTRARE NEL SERVIZIO HA RICEVUTO UN ENORME DANNO ECONOMICO, IN QUANTO PER IL SUDDETTO SERVIZIO DI RECEPTION PRESSO IL POLO MUSEALE DI FIRENZE, AVEVA PROCEDUTO ALL’ASSUNZIONE DI 20 PERSONE CHE ADESSO RECLAMANO L’OGGETTO DELLA LORO ASSUNZIONE, CHE ERA IL SERVIZIO DI RECEPTION PRESSO IL POLO MUSEALE DI FIRENZE, SERVIZIO CHE ASSOLUTAMENTE NON PREVEDE ALCUNA AUTORIZZAZIONE SPECIFICA NE’ GUARDIE ARMATE, TRATTANDOSI UN SERVIZIO DI MERA ACCOGLIENZA (RECEPTION) AI VISITATORI DEI MUSEI, ADESSO LA SITUAZIONE SIA DELLA SOCIETA’ CHE DEI LAVORATORI E DI ESTREMO DISAGIO E SARANNO COSTRETTI A CHIEDERE I DANNI A CHI SARA’ RITENUTO RESPONSABILE DI TALE GRAVE E SCANDALOSA SITUAZIONE.
L’UNAL ( UNIONE NAZIONALE AUTONOMA DEL LAVORO ) SARA’ IMPEGNATA IN PRIMA LINEA PER RISOLVERE QUESTA VERTENZA CHE SI PRESENTA COMPLICATA IN OGNI SUO ASPETTO PER I CONTORNI CHE HA ASSUNTO E CHE HA LASCIATO PER LA STRADA CIRCA VENTI LAVORATORI.

IL SEGRETARIO GENERALE UNAL FRANCESCO PELLEGRINO

IL SEGRETARIO GENERALE DELL’UNAL PELLEGRINO, SULL’APPALTO AL POLO MUSEALE DI FIRENZE. OGGI: Giardino di Boboli: le guardie cambiano nome e stipendio: TUTTO IN REGOLA C’E’ LO CHIEDIAMO ANCORA ! PERCHE’ OGGI SI PUO’ FARE A MENO DELLE GUARDIE GIURATE ?ultima modifica: 2009-10-14T10:43:00+02:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento