La trattativa del CCNL Vigilanza Privata alla stretta finale. Si firma il 16 novembre ?

Gli incontri del 24 e 29 ottobre si sono svolti e con discreti risultati.
I Segretari Generali di Fisascat, Filcams e Uiltucs – rispettivamente Pierangelo Raineri, Franco Martini e Riccardo Borgo – hanno ritenuto la proposta di CCNL per la Vigilanza Privata, presentata dalla parte imprenditoriale, compatibile con le posizioni sindacali. Restano comunque alcuni punti da definire, tra cui le disposizioni dell’art.78 in materia di flessibilità e orario spezzato.
Il Segretario Territoriale Mauro Brinati sostiene che su questi due aspetti non si può concedere troppo e, considerando che su Roma opera circa 1/3 dei lavoratori del settore, la sua posizione assume un valore altamente rappresentativo. Secondo Brinati sarebbe preferibile demandare queste materie alla contrattazione di secondo livello in via esclusiva, o, al massimo, alle condizioni di miglior favore previste nei CIT stipulati tra le OO.SS. e le parti datoriali. Il CIT di Roma, per esempio, contempla delle tutele per i lavoratori che sono state conquistate nel tempo e con fatica: rinunciarvi significherebbe fare dei passi indietro a discapito di diritti acquisiti.
Un altro aspetto della proposta da definire nel dettaglio riguarda le condizioni assicurative. L’art.128 rinvia ad una revisione dei massimali e della franchigia secondo i parametri INAIL.
È importante sottolineare che comunque si è arrivati ad una stretta finale grazie alla volontà delle parti e al supporto dei segretari generali delle OO.SS., che potrebbe portare ad una conclusione del CCNL il 16 novembre, data fissata per il prossimo incontro in cui si dovrebbero dirimere una volta per tutte le questioni rimaste in sospeso e procedere con l’apposizione delle firme.

http://www.fisascatcislroma.it/

La trattativa del CCNL Vigilanza Privata alla stretta finale. Si firma il 16 novembre ?ultima modifica: 2012-11-08T12:31:00+01:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento