Guardia giurata e medico dell’Asl accusati di falso (E POI ASSOLTI IN PRIMO E SECONDO GRADO) dal Legale Rappresentante de La Supervigile e in seguito dell’Ipervigile

• NOCERA INFERIORE. Rispondevano di falso in concorso per certificati medici fasulli: il giudice monocratico li ha assolti perché il fatto non sussiste e, per un periodo preciso, per prescrizione. Francesco Pellegrino, classe 1959, guardia giurata presso l’istituto supervigile di Nocera Superiore, e la dottoressa Annunziata D’Amato, medico generico presso l’Asl Salerno 1, erano accusati in concorso di aver attestato il falso. Mediante la compilazione di due distinti certificati di malattia, producendo un danno all’Inps e all’istituto di vigilanza, parti offese nel procedimento. In realtá la prova di queste accuse secondo il tribunale non c’era: la discordanza tra le date di invio delle raccomandate con i certificati e i periodi in questione non basta da sola a provare l’intenzione di truffare o di commettere falso, visto che la malattia grave a carico dell’imputato Pellegrino sussisteva. Riguardo alla discordanze delle date, l’incuria potrebbe essere a carico dell’impiegato postale addetto, con un errore materiale, oppure dovuta ad un difetto del sistema di stampa.

 Leggi tutto>>Guardia giurata e medico dell’Asl accusati di falso

Guardia giurata e medico dell’Asl accusati di falso (E POI ASSOLTI IN PRIMO E SECONDO GRADO) dal Legale Rappresentante de La Supervigile e in seguito dell’Ipervigileultima modifica: 2015-03-06T18:05:45+01:00da ggiurata
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento